Il calcio è diseducativo

640px-Trainspotting_squadra_di_calcetto

Si dice che i calciatori debbano stare attenti ai loro comportamenti perché rappresentano un modello per i giovani che li guardano, ma in realtà si intende che quello calcistico è un pubblico bambino perché le passioni sono questioni di pancia e non di testa. Il calcio è un argomento viscerale per cui non vale la pena articolare una narrazione complessa, al tempo stesso è bene ricorrere a modelli positivi e negativi a cui i piccoli italiani (in senso magari solo metaforico) possano far riferimento.

Continua a leggere

Annunci

Capire Israele in 60 giorni (ed anche meno)

Sarah Glidden ha iniziato con il botto. Il “memoir” del suo viaggio in Israele nel 2007 al seguito di una organizzazione ebraica americana che promuove la conoscenza di Israele ai giovani ebrei di tutto il mondo è uno dei più bei prodotti che si può trovare in fumetteria, o più facilmente nelle librerie nei reparti dedicati alla letteratura disegnata. Continua a leggere