Segnali

 

fumetto_dylan_dog

 

 

Puoi cambiare tutto, vita, prospettive, abitudini, idee, gusti, aspetto, senza accorgerti di niente fino a quando non ti imbatti in quei segnali che ti fanno capire che qualcosa è cambiato.

Il segnale te lo fa scattare anche uno stimolo piccolissimo, quasi insignificante: il mio segnale è stato l’accorgermi dentro una edicola che erano due mesi che non compravo più l’albo mensile di Dylan Dog come ho fatto puntualmente tutti i mesi negli ultimi 9 anni. Continua a leggere

Annunci

Cosa fare quando non piove più /12

1) LOCALE

A Siena per 10 anni un sindaco assenteista ed arrogante, un centrosinistra privo di qualsiasi capacità di analisi e schiavo di incopetenze manifeste,  e verrebbe anche voglia di buttarsi a capo fitto nell’alternativa. Poi però trovi da una parte una presunta società civile forcaiola ed urlatrice ed una destra che si affida all’ex sportivo ingrassato ed alcolizzato. Allora ti accorgi che il centrosinistra lo rivoti anche con entusiasmo.

2) LOCALE

La campagna di comunicazione del PD per le amministrative non è solo brutta (e questo sarebbe perdonabile) ma riflette una mancanza di capacità di analisi allarmante: l’agiografia del particolarismo senese e della qualità della vita locale, in un contesto che da cinque anni a questa parte è radicalmente cambiato, riflette una incapacità di vedere i cambiamenti sociali che sarà pagata cara dalla comunità in politiche amministrative sbagliate.

3) AUTOPROMOZIONE

Poi nel panorama di distruzione generale ci si prova un pochino a fare qualche esperimento di buona politica.

4) RADICALISMI

Ci ho messo quasi 8 anni ad abbandonare l’approccio puramente riformista alla rappresentanza universitaria per poi vedere che i duri e puri di ieri, mi diventano pragmatici tutto di un colpo.

5) PROBLEMI PSICOLOGICI

Sono un procastinatore e questo mi crea notevoli problemi. Devo autoanalizzarmi e risolvere il problema. Domani.

6) DISCORSI DA BAR

Al bar di casa mia in questo periodo ci sono spessissimo discussioni sul nucleare in cui viene usata come metafora una famiglia di conigli con il capone.

7) PLATINETTE

Il peggior conservatorismo che però si tinge di simpatia di colore di pajette. Ci assolve da tutti i nostri mali Platinette. “Sono cattolico, ma sono giovane e vitale perchè mi piace fare le cazzate il sabato sera” Questa è la società: un paese di musichette, mentre fuori c’è la morte.

8) TRADITORI

Tiziano Sclavi non dovevi permetterlo.

9) MESTIERI

Fare il brutto da confronto

10) LO DICEVA ANCHE UMBERTO ECO

Potrei stare giorni chiuso in casa, solo con le sigarette e leggendo Sant’Agostino, la Bibbia e Dylan Dog.