Di lotta e di poltrona

I guai interni alla Lega sono forse la punta dell’iceberg della crisi dei movimenti nati dopo l’implosione del sistema politico della prima repubblica: reti intricate di potere tenute insieme da una forte leadership che si identifica con il movimento stesso, dettandone le regole e determinandone le fortune. La Lega (seppur piena zeppa di amministratori) è difficile da immaginare senza Bossi, ma non c’è solo la Lega Nord nel panorama dei partiti di questo tipo.

Con un sistema politico come quello attuale dove un partito sotto il 10% guidato militarmente, nei momenti di lucidità da un vecchio malconcio e nei momenti vacanti dalla famiglia del leader, viene qualificato da destra e sinistra come “partito vicino alla gente” situazioni del genere diventano strutturali e sono quindi inevitabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...