A livello metrico, mi girano le palle

 

 

Il metro tende ad allontare il discorso poetico dal dominio dell’ordinario. Esso crea una aurea di distanza e di astrazione, soddisfando il desiderio do formalità, di rituale, di distacco. Allo stesso tempo la nota d’urgenza , le suggestioni del primitivo non scompaiono mai del tutto. La poesia metrica si appella dunque simultaneamente a due aspetti della personalità. E’ un paradigma della civiltà: Bacco che danza con Atena.

Ovvero per una buona stilistica metrica è necessario analizzare i due fenomeni non separatamente, ma nella loro interrelazione.

E se poniamo per assurdo che l’affinità fra un dato metro ed una data tematica non sia solamente data dalla tradizione, ma da qualcosa di intrinseco nella struttura metrica, si può vedere con un altro occhio qualsiasi forma di costruzione letteraria, quasi come se un piacere ed un dolore si potesse riprodurre all’infinito con la giusta formula chimica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...