Analogie fra fare la Bocconi e diventare Re di Svezia

 

 

Avevo da piccolo un amico che era veramente un compagno: iscritto al PRC prima ed al PdCI poi (“io sono comunista non fighetto”), occupava la scuola, beveva solo Coca Cola araba e biasimava il mio adolescenziale riformismo. Poi si è diplomato con il massimo dei voti, e con enormi sacrifici da parte dei suoi genitori è andato a frequentare una costosissima scuola privata di Milanao, in cui si è laureato ed adesso è lanciato verso il mondo dell’alta finanza come consulente o qualcosa del genere.

Da buon modernista pensavo che fosse la strategia perfetta: ci si infila nel sistema e lo si distrugge dall’ interno. Oppure, volando meno in alto, ipotizzavo una doppia vita: protagonista del capitalismo di giorno, rivoluzionario di notte o cose simili.

Invece ieri lo incontriamo e parlando di università ci dice che è ormai inutile investire nell’università pubblica di massa che è strutturalmente non formativa e che serve solo a disperdere le capacità dei pochi meritevoli che andrebbero invece indirizzati verso l’alta formazione. Alta formazione che, per definizione, dove continuare ad essere non accessibile alle masse, e le masse si tengono lontane con barriere di censo: barriere di censo che si possono occasionalmente abbattere nel caso di studenti incredibilmente meritevoli.

Mi è tornato in mente il Maresciallo di Francia Jean Baptiste Bernadotte, fattorino nell’adolescenza, poi soldato semplice in India, poi ufficiale nella Francia rivoluzionaria, parente di Napoleone e quindi generale e maresciallo di Francia, creato su volere dell’Impertatore Re di Svezia nel 1810. Fervente repubblicano in gioventù, una volta salito sul trono di Stoccolma con il nome di Carlo XIV di Svezia impedì a chiunque, medici, valletti, amanti, camerieri di osservarlo a petto nudo. Alla sua morte nel 1844 gli addetti alla toeletta funebre scoprirono sul petto dell’ottantenne sovrano un tatuaggio con la scritta ” Morte ai re”

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...