Campagnoli elettorali /2

Anedettoti in un seggio di campanga.

Ad inizio anni ’50 c’era, in un minuscolo centro artigiano del Chianti senese, un tal Ercole, operaio nel settore metallurgico e militante fedele del Partito Comunista.  Ercole era capocellula, distribuiva L’Unità, andava alla scuola di partito ed aspettava con fiduciosa disciplina il via dei vertici nazionali per far partire la Rivoluzione e far sorgere finalmente il sol dell’avvenir.

Un giorno per fargli uno scherzo i comagni suonarono al citofono di Ercole alle 4 del mattino, avvertendolo che era iniziata la rivoluzione, di prendere il fucile da caccia e correre in piazza.

Ercole rispose – Compagni ieri sera ho fatto buio a stampare i volantini per il comizio. Sempre me dovete chiamare quando c’è bisogno? Andate voi, io vi raggiungo dopo desina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...