Cosa fare quando non piove più /4 (ma alla fine ‘sto De Luca..)

Riprendiamo le pubblicazioni dopo un lungo periodo di silenzio con la rubrica più attesa da chi crede che la ragazza di Albachiara di Vasco Rossi, sola nella sua stanza e tutto il mondo fuori, si accarezzi solo i capelli.

 

CRUSCA

Chiariamoci, si dice FICA non FIGA. Figa è gutturale, freddo, distante, metallico. Volete mettere con il suono dolce, morbido, musicale di fica? 
Non si dice SFIGA. In primo luogo perchè è sgradevole in secondo luogo perchè non rappresenta a pieno l’universalità della sfortuna che come tale si distribuisce nella stessa proporzione fra tutti i generi. Si dice SCULO che è universale ed inclusivo.

POLITICA 1

Una mattina di inverno alla sede nazionale del PD è arrivata una macchina di colore blu scuro. Aperto lo sportello posteriore non è uscito nessuno: era Bersani. Questo per dire che è sconvolgente constatare come Pier non conti praticamente un cazzo. Nel Lazio si è fatto infinocchiare dal leader di un partito con lo 0,80 per cento, in Puglia da Vendola, che in Sinistra e Libertà ha ormai più bandiere che iscritti, in Calabria ha provato a silurare Loiero e manca poco che Loiero non silura lui tutto il partito, in Umbria nel tentativo di risolvere il diverbio fra due aspiranti candidati ha ottenuto il risultato di fare entrare in lizza altri due pretendente. O questo Bersani è un genio della politica ed ha creato un piano machiavellico per la conquista del mondo od è più dannoso dell’influenza spagnola (o di Veltroni). 

POLITICA 2

Non sappiamo ancora se essere contenti o meno per la candidatura di Vincenzo De Luca alla presidenza della Regione Campania (alla fine ce ne potrebbe importare anche una sega visto che perderà quasi di sicuro). Non siamo contenti perchè De Luca è un pluricondannato per vari reati particolarmente antipatici, perchè è in odore di rapporti poco belli con la camorra e perchè è sostenuto da Rutelli. Siamo contenti perchè la sua candidatura rappresenterebbe (o speriamo che rappresenti) un colpo durissimo al potere di Bassolino in Campania, un potere che al suo stato finale ha avuto effetti sul territorio e sul partito paragonabili a quelli della sifilide. Siamo sempre stati dell’opinione non solo che Bassolino sia stato un male per la Campania e per il PD locale (almeno negli ultimi 5 anni), ma che in Campania il partito andrebbe chiuso, bruciato e dopo aver sparso sale sulle macerie, ricostruito da capo. Speriamo quindi che De Luca distrugga Bassolino, esca sconfitto malamente e si autodistrugga pure lui. Punto, Gioco, Partita.

CANI 1 (letteratura olfattiva)

Stamattina, son uscito di casa per andare in redazione, e all’angolo del palazzo c’era una signora con un cagnetto al guinzaglio, e il cagnetto stava odorando l’angolo del palazzo, e la signora cercava di tirarlo via, ma lui, no, non voleva andare via, era lì che odorava, e non aveva mica ancora finito, di odorare quel che c’era da odorare all’angolo del palazzo. 

Io lo guardavo, ‘sto cagnetto, e si vedeva che a guardarlo, ‘sto cagnetto, lui ci aveva una smania di finire di odorare, muoveva il naso da sinistra a destra, poi andava un po’ più giù, muoveva il naso da sinistra a destra, mi ha dato l’idea, vedere odorare ‘sto cagnetto, che ‘sto cagnetto stesse leggendo qualche cosa, all’angolo del palazzo, qualche cosa che io non vedevo, e neanche la signora, ma io a questo punto, vederlo muoversi così, ero sicuro che stesse leggendo qualcosa.

Continuavo a guardarlo, e la signora cercava di tirarlo via, e io mi son immaginato (credo di essermelo immaginato, ché se è vero, sarebbe da farci un post) che il cane le dicesse  Aspetta un attimo, no, che devo finir di leggere quel che ha scritto Bobi.

Dopo poco, poi, il cagnetto, smetteva di muoversi così come leggendo, la signora continuava, con una certa gentilezza devo dire (dopotutto era il suo cane), a cercare di tirarlo via, e il cagnetto, l’ho sentito dire Aspetta che lascio un commento.

Poi dopo ha alzato la zampetta e si è lasciato tirar via. Fino al prossimo angolo.

Poi mi son venute in mente le Vie dei Canti del libro di Chatwin, questi canti aborigeni che sono insieme narrazione e mappa del territorio, poi mi è venuto in mente il cantare con l’olfatto, poi mi è venuto in mente lo scrivere con la pipì.

CANI 2 (immaginari)

E’ risaputo noi odiamo i cani: perchè sbavano, scuotono violentemente la coda e mangiano cose che puzzano. Anche per questo in redazione abbiamo pensato di prenderci un cane immaginario e di fargli scrivere un blog. A presto nei nostri schermi.

BUON SAN VALENTINO

C’era una volta Uno che vedeva Una. Lui a volte non capiva Una, o forse era lei che non capiva che Uno non riusciva a capirla. Uno sbagliava, Una si incupiva, Uno si incupiva. Stavano forse complicando qualcosa di tremendamente semplice (parole di Una). Che fine farà Uno?

PROGETTI LETTERARI

Una pizza ai 4 formaggi ed un gioco sull’immaginarsi le vite di due milanesi seduti al tavolo accanto, ci ha fatto ricordare del nostro progetto di scrivere un libro sulle vite parallele dei morti del Titanic: per adesso abbiamo un mozzo che vorrebbe fare il pittore, un violoncellista segretamente innamorato del cuoco, un cuoco con un passato da stupratore, una cameriera che, più di tutti, sa giocare benissimo a canasta ed un guardiamarina che ha terrore del fuoco.

NOTTI BIANCHE

A volte come stanotte capitano, e ti soffermi a pensare di come tutto sia incredibilmente bello, e di come qualunque persona o qualcunque cosa contengano in se una straordinaria bellezza. Una volta ho incontrato un tedesco ubriaco che voleva pagare da bere con dei foglietti con scarabocchiate sopra le sue poesie: gli ho pagato io il conto di nascosto, mi piaceva l’idea che credesse che poteva scambiare l’alcool con le proprie storie. Mi piace ascoltare i rumori della città la mattina, leggere il giornale per primo, percepire suoni e musiche ed individuarne una armonia. Ma sono cose complicate.



 

Annunci

2 thoughts on “Cosa fare quando non piove più /4 (ma alla fine ‘sto De Luca..)

  1. Pingback: A cuccia « COSA FARE QUANDO PIOVE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...