Frida

 

frida_kahlo_small

 

Una stranamente ottima Julie Tayomr è riuscita nella difficile impresa di girare un film sulla biografia di un artista che non sia la solita pappa superomista del genio ribelle. Oddio i primi 20 minuti pensavamo che la regista avesse sbagliato a montare le pellicola: cioè non puoi mettere una sequenza ipnotica di stop motion (il recupero dall’incidente) a caso nel mezzo di un film per il resto girato in maniera più che convenzionale.

Frida (USA/Canada/Messico 2002) adattamento cinematografico della biografia della pittrice messicana Frida Kahlo scritta da Hyden Herrera, racconta la storia della pittrice mettendo in primo piano la difficile relazione con il marito Diego Rivera (uno straordinario Alfred Molina, ovvero l’attore che ha stracciato Jhonny Depp, non il primo stronzo,  in Chocolat)  ed il loro amore fatto di abbandoni e tradimenti.

Il soggetto casca un po’ nel trappolone della retorica della pittrice malata fin da piccola che grazie all’arte di redime e diventa donna, ma riesce in maniera veramente eccellente a descrivere il senso e le opere della Kahlo.

Fra quadri, liti incidenti,  schiene spezzate, Tina Modotti, Breton, Pisasso, Rockfeller e Leonid Trotzkji è venuto fuori un film, allegramente ignorato dalla critica e della grande distribuzione ma, sicuramente interessante da vedere..

Annunci

One thought on “Frida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...