Il professore di desiderio

professore desiderio

 

In sostanza racconta la vita di un professore di letteratura movimentata dall’incontro con una serie di donne, che lo spingono alla disinibita scoperta della propria identità.

Non mi sono mai fidato degli autori che giocano con la metanarrazione (esercizietto retorico troppo banale e che spesso distoglie dalla fabulazione che deve restare l’elemento fondamentale quando si scrive un romanzo): qua Roth però ci riesce maledettamente bene, siamo tutti studenti di Keplesh, tutti voyeur della vita libertina dell’intellettuale ebreo alter ego dell’autore.

Forse Roth sa scrivere di erotismo come nessun altro sa scrivere (Kundera lo definisce “storico dell’erotismo moderno”).
La confessione della propria libido ha qualcosa di religioso?
E quando Keplesh aspetta il perdono, desidera la redenzione per se stesso?
Il protagonista prova a scappare dal proprio desiderio, a mettere su famiglia, a crogiolarsi nella serenità di un rapporto sentimentale. Ma il vento dell’inquietitudine smuove il terreno e l’ironia di Roth scava e riaccende ogni fiamma che sembrava essersi spenta.

Annunci

One thought on “Il professore di desiderio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...